×

“Pur nel rispetto della nostra cultura e della nostra religione crediamo pero’ che la scelta del velo debba restare tale: una scelta. Siamo vicini alla giovane ragazza bolognese. La fede e’ più forte di un indumento, obbligare al velo non ha nulla di religioso”. Così’ Izzeddin ELZIR presidente dell’Unione delle comunità islamiche italiane.

“E’ troppo semplice oggi additare la famiglia d’origine della giovane, cavalcando quella vulgata che oggi crede che tutte le donne islamiche siano costrette al velo. Non è così. Noi dell’UCOII – prosegue l’Imam di Firenze – crediamo di dover tutelare tanto chi oggi liberamente sceglie di portare il velo quanto chi oggi decide di non indossarlo più. L’islam rispetta profondamente la donna e la sua autodeterminazione. Ecco perchè siamo i primi a stringerci attorno alla piccola ragazza bolognese”.

Firenze, 31 marzo 2017