×
Con molta tristezza abbiamo saputo del comportamento ai danni della sorella Nadia Bouzekri, presidente nazionale dell’associazione Giovani Musulmani d’Italia. L’episodio è successo mercoledì scorso all’aeroporto di Orio al Serio, come ha raccontato Nadia sulla sua pagina Facebook: “Ai controlli mi viene chiesto di togliermi la giacca: ma sotto indossavo un vestito senza maniche e ho chiesto all’addetta alla sicurezza, una donna, di poterla togliere in una stanza appartata”.
“A quel punto l’addetta mi ha apostrofata: <<Musulmana, tornatene nel tuo paese>>. L’Unione delle Comunità Islamiche d’Italia esprime la massima solidarietà a Nadia e condanna senza mezzi termini quest’aggressione verbale ingiustificata. Speriamo che le autorità dell’aeroporto bergamasco prendano le misure necessarie affinché episodi di questo genere non si ripetano più, con la speranza che si faccia maggiore chiarezza sull’accaduto.