×

Si è concluso ieri con un evento promosso dal Ministero dell’Interno il Corso di formazione degli esponenti delle comunità religiose presenti  in Italia che non hanno stipulato intese con lo Stato. Circa un anno fa il Dipartimento per le Libertà civili e l’ Immigrazione – Direzione Centrale degli Affari dei Culti – a seguito di procedura concorsuale, ha aggiudicato alla Fondazione Flaminia di Ravenna il servizio relativo allo svolgimento di un Corso di formazione.

Il Corso evidenza diritti e doveri degli esponenti delle Comunità Religiose – punto di riferimento delle rispettive comunità – garantiti dall’ordinamento italiano, per facilitare la piena integrazione dei fedeli nella società ospitante e promuovere i valori di libertà, pace e dialogo tra appartenenti alle diverse comunità di fede. I destinatari del corso di formazione, che sono stati circa 30, sono stati designati dalle relative confessioni religiose di appartenenza, compresa UCOII. Al corso hanno partecipato anche i rappresentanti di UCOII, così come all’evento conclusivo di ieri, al quale sono intervenuti, tra gli altri, il Direttore centrale degli Affari dei Culti del Ministero dell’interno, Prefetto Giovanna Iurato e il Dott. Domenico Manzione, Sottosegretario di Stato del Ministero dell’interno.

Molti anche i rappresentanti delle Università italiane esperti in studi ecclesastico-religiosi come i professori Giovanni Cimbalo, Pierluigi Consorti, Nicola Colaianni, Roberto Mazzola, Paolo Naso.

Riteniamo questo progetto di grandissimo valore per la comunità islamica, per le comunità di altre confessioni religiose e per tutta la società, speriamo vivamente che questo corso di formazione possa essere ripetuto e sviluppato.