×

Dopo aver letto l’articolo sull’Espresso del mio amico Brahim Maarad che potete leggere qui, ho deciso di fare un appello.

I social media, internet in generale, sono strumenti e come tali la loro affidabilità dipende dall’utilizzo che ne viene fatto. Qualunque strumento se usato a fin di bene è positivo se usato al fine di nuocere è negativo.

Purtroppo vedo spesso che i social vengono utilizzati da fanatici estremisti o da persone che hanno interesse a parlare male dell’Islam, per secondi fini.

Invito dunque, chiunque usi questi mezzi, a verificare chi sta dietro a queste pagine Facebook, Youtube o profili social di altro genere. Se non sono direttamente ricollegabile in modo ufficiale alla Comunità Islamica allora invito a diffidare.

Purtroppo ho visto tantissime pagine, in apparenza sembrano pagine belle e interessanti, ma che nascondono delle distorsioni della realtà che volgono al pensiero estremista e terrorista.

Altre pagine che anch’esse sembrano rappresentare l’islam, ad una lettura più attenta ci possiamo rendere conto che rappresentano solo i “clichè islamici” e sono costruiti per spaventare o urtare la sensibilità dei cittadini non musulmani, ma non rappresentano in nessun modo il pensiero della Comunità Islamica Italiana.

Ci sono cose che chiaramente non tornano, non voglio citare i nomi di tali pagine perché non trovo giusto fargli pubblicità, ma credo nell’intelligenza dei concittadini nel verificare l’affidabilità o meno di una pagina.

Potrebbe interessarti anche...