×

UCOII ha preso parte a un intenso weekend, due delegazioni sono state mandate a partecipare e a sostenere due importanti iniziative di pace.

Il primo appuntamento è stato Domenica 9 ottobre alla Marcia Perugia Assisi. Il “Cammino per la Pace” fu iniziato nel 1961 da Aldo Capitini, come egli dichiarò “il pacifismo non è inerte, passiva accettazione del male, ma una forma attiva di lotta, fatta di non collaborazione, marce, proteste e denunce aperte”. Così questa simbolica marcia rappresenta la volontà di essere uniti insieme in unica anima in un percorso di Pace.

Secondo, ma non meno importante, evento è “Invocazione Rotariana  , Preghiera per la Pace dei Popoli “, a Mazara del Vallo, all’interno dell’iniziativa Blue Sea Sand.

Si tratta di un momento di altissimo valore simbolico quello della recita dell’invocazione Rotariana per la Pace e che ha visto la presenza di rappresentanti di diversi religioni, autorità civili e militari e molti cittadini, ieri pomeriggio, nonostante la pioggia, nella ormai ribattezzata “piazza blu”, il piazzale compreso fra la chiesa di San Francesco e la moschea Ettakwa, nel centro storico mazarese.

“L’obiettivo di Blue Sea Land -ha dichiarato Giovanni Tumbiolo – è di aggregare i popoli e di farli dialogare. La Casbah di Mazara del Vallo, ove convivono pacificamente maghrebini, slavi e italiani, è il luogo ideale dal quale lanciare un messaggio di pace e di fratellanza”. 

Il Vescovo della Diocesi di Mazara del Vallo, Mons. Domenico Mogavero, ha sottolineato: “le religioni aderiscono a Dio che è uno solo. Le religioni, spesso strumentalizzate per attaccare le persone e la pace, non sono contro nessuno. La religione è contro le guerre, contro la povertà. Contro tutto ciò che è negazione dell’uomo diventa negazione di Dio”.

Abdelhafid Kheit, Imam di Catania e membro del direttivo UCOII, ha aggiunto: “Questa piazza è dedicata a San Francesco, il Santo del dialogo fra i popoli. È significativo che oggi siamo qui tutti insieme per invocare la pace”. Alla preghiera hanno partecipato anche Abdellah Redouane, Segretario Generale del Centro Islamico Culturale d’Italia e Mario Giannola, Coordinatore Rotary CIP Italia e l’Ing. Vincenzo Montalbano Caracci, Presidente del Rotary Club di Mazara del Vallo.