×

I tragici fatti avvenuti nella Moschea di Quebec ci mostrano come ci sia sempre qualcuno pronto ad armare le parole di politiche miopi e populiste. Ci sembra di tornare indietro di 70 anni. Di marciare al contrario perdendo quei diritti che ogni uomo libero credeva oramai acquisiti.

Ciò che è avvenuto ieri è preoccupante. L’islamofobia sta dilagando, pochi giorni fa in Texas è stata bruciata una Moschea, ieri sera diversi terroristi sono entrati dentro un luogo di culto armati e hanno ucciso sei fedeli ferendone molti altri. Non c’è un terrorismo più violento di altri.” Così Izzedin elzir presidente dell’ unione delle comunità islamiche italiane.

“Ogni attentato va condannato con la stessa forza. Ancora una volta chiediamo a tutti di essere vigili, di andare oltre le differenze che qualcuno cerca di esaltare per giustificare l’innalzamento di muri e la chiusura di frontiere. E’ necessario  superare i propri pregiudizi – conclude Elzir-  per costruire un nuovo umanesimo basato sul rispetto della diversità e della dignità delle persone.”